venerdì 4 marzo 2016

Originariamente i Ghostbusters viaggiavano attraverso il tempo e le Dimensioni?

MOVIE URBAN LEGEND: I Ghostbusters in origine viaggiavano attraverso il tempo e le altre dimensioni.

Rimane meno di un giorno per celebrare il 30 simo anniversario di Ghostbusters, quindi eccoci qui! Rilasciato l'8 giugno, 1984, la commedia soprannaturale che vedeva Bill Murray, Dan Aykroyd e Harold Ramis nelle vesti di un tio di parapsicologi che sviluppavano un modo per acchiappare i fantasmi. Con l'aggiunta di Ernie Hudson, i quattro combattono i fantasmi e indagano sulla possessione del personaggio di Sigourney Weaver a opera di uno spirito demoniaco che che prepara l'arrivo di Gozer, un antico dio sumero della distruzione che notoriamente attacca New York come una versione gigante dell' omino Marshmallow Stay Puft

Ghostbusters fu un successone, diventando il secondo incasso lordo dell'anno, subito dopo Beverly Hills Cop. Proprio come Beverly Hills Cop, comunque, Ghostbusters era un film estremamente diverso in fase di scrittura (date un occhiata a questa Movie Legend su come Beverly Hills Cop avrebbe dovuto essere un veicolo per Sylvester Stallone). Constinuate a leggere per vedere come Aykroyd inizialmente immaginava i “Ghost Smashers!”


Aykroyd in origine vedeva Ghost Smashers come un veicolo per se stesso e per il suo amico John Belushi, che avrebbe interpretato Peter Venkman. Aykroyd lavorò alla sceneggiatura saltuariamente lungo tutti i primi anni 80 quando non era occupato con altri progetti. Stava lavorando a una battuta di un dialogo per il personaggio di Belushi quando nel marzo 1982 sepper che il suo amico era morto. Pochi mesi dopo la morte di Belushi, Aykroyd mostrò la sceneggiatura a  Murray, un altro veterano del Saturday Night Live. A Murray l'idea piacque e alla fine portò il film a essere realizzato. Il principale ostacolo, era la visione piuttosto epica di Aykroyd.

Nella sceneggiatura, i Ghost Smashers lavorano per un essere interdimensionale conosciuto come Shandor. La forza motrice di base del plot è che un essere conosciuto come Zuul è accidentamente intrappolato in questo tempo e in questa dimensione da Shandor Il padrone di Zuul, Gozer, rivuole indietro il suo animaletto, quindi viaggia verso la nostra dimensione per recuperarlo e devastare coloro che proveranno a fermarlo. Per dare un'idea della portata del film originale, la famosa scena dell'omino dei Marshmallow era presente nella sceneggiatura originale di Aykroydt, ma aveva luogo a metà film, ed era solo una delle varie manifestazioni di Gozer e non, come nel film definitivo, l'UNICA manifestazione.

Il gran finale consisteva in Gozer che avrebbe mandato i Ghost Smasher in differenti tempi e dimensioni, e loro avrebbero dovuto far ritorn ai nostri per fermare Gozer.

L'interesse di Murray nello script ispirò Aykroyd a mandare il film a Ivan Reitman, che aveva appena diretto Murray e Ramis nel film di successo del 1981 Stripes - un plotone di svitati (che seguiva il suo successo precedente con Murray, Polpette del 1979. Comunque, Reitman inizialmente non vedeva granché nel film. Ricordando la proposta originale di Aykroyd (che, all'epoca, non era ancora una sceneggiatura completa):

[I]Era tutto Azione. C'era davvero poco lavoro sui personaggi. I Ghostbusters catturavano fantasmi già dalla prima pagina - e lo facevano in ogni singola pagina dopo di quella, senza respiro - solo un fenomeno soprannaturale dopo l'altro Arrivato alla decima  pagina, ero esausto Arrivato alla quarantesima o cinquantesima pagina - qualunque numero ce ne fossero - stavo calcolando il budget in centinaia di milioni di dollari. E non c'erano davvero molte risate. Anche se potevo intuire un atteggiamento comico, l'intera cosa era scritta piuttosto seriamente. Alla fine la misi da parte e me ne scordai.

Aykroyd non si fece scoraggiare, e produsse una sceneggiatura completa incorporando i suggerimenti di Reitman, includendo storyboard dei Ghostbusters in azione. Disegnato da Thom Enriquez, i Ghostbusters originariamente usavano due bacchette Nutrona per catturare i fantasmi invece degli zaini protonici finali. Ripropose il film a Reitman all'inizio del 1983. Gli storyboard riflettevano inoltra l'intenzione originale di Aykroyd di avere John Candy per interpretare Louis Tully.


A Reitman la nuova versione dello script di Aykroyd piacque abbastanza che decise di accollarsi il progetto. Ricevette luce verde dalla Columbia Pictures nel Maggio 1983, con un budget di 30 milioni (Reitman dovette tirare a indovinare per il budget; pensò che tre volte il budget di Stripes poteva andare, quindi fu ciò che chiese). Reitman fece riscrivere lo script ad Aykroyd nell'estate del 1983 con Ramis. In aggiunta, Reitman lavorà con il visual effects designer Richard Edlund per escludere dallo script qualsiasi cosa pensassero che non potevano permettersi. Edlund più tardi ricordò, “Praticamente riducemmo alle scene che erano necessarie per raccontare la storia e far ridere.” Fu a quell'epoca che si accaparrarono i diritti del nome Ghostbusters.

Quindi in quel momento, la roba interdimensionale era tutta svanita e la trama fu resa molto più con i piedi per terra (questo successe anche per l'Ectomobile del gruppo, che in origine aveva poteri propri). Persino allora, la fine del film vedeva coinvolta un'altra manifestazione di Gozer dopo l'omino dei Marshmallow, ma anche quella venne tagliata alla fine.

Ovviamente, non si può obbiettare sul risultato finale, in quanto il film rimane un successo 30 anni dopo!

La leggenda è…

STATUS: Vera

Per altre leggende: Qui, qui, qui e qui.

TRADUZIONE A CURA DI: DAVIDE SCHIANO DI COSCIA
ARTICOLO ORIGINALE:spinoff.comicbookresources.com