lunedì 14 marzo 2016

La vera storia dietro il leggendario "Finale Perduto" di SHINING



di STEPHEN JOHNSON

SHINING di Stanley Kubrick ha un diavolo di finale: il ghigno folle congelato di Jack Torrance, seguito dalla lenta carrellata sulla vecchia foto sulla parete dell'Overlook Hotel, sono alcuni dei più memorabili colpi allo stomaco della storia del cinema  Ma la versione originale del film di Kubrick incudeva un altra scena inserita tra queste due iconiche immagini horror.

Nel finale "perduto" di SHINING, lo sguardo congelato di Jack stacca su di una scena dove il manager dell'Overlook Hotel, Stuart Ullman, fa visita alla moglie di Jack Wendy e a suo figlio Danny in un ospedale del Colorado dove si stanno rimettendo dalla loro esperienza. Secondo la sceneggiatura di SHINING, Ullman spiega a Wendy che gli investigatori non hanno trovatuo "nulla fuori dell'ordinario" all'hotel infestato, ma Ulman inoltre da a Danny una pallina da tennis gialla - la stessa che Jack stava tirando in giro prima di provare a uccidere la sua famiglia nell'Overlook. 

Piuttosto che chiudere la storia con una scena facilmente comprensibile, il finale perduto sembra aggiungere ulteriore mistero; l'investigazione suggerisce che i fantasmi fossero solo nelle menti di Wendy e Danny, ma la pallina da tennis suggerisce che il posto fosse davvero infestato...e che Ullman ci avesse qualcosa a che fare.


A meno che non siate stati al primo spettacolo di SHINING a Los Angeles o New York, non potete dire realmente come l'inclusione di questa scena possa modificare il significato di SHINING. Kubrick tagliò la scena dopo questi spettacoli iniziali, e non è mai riapparsa.  Tutto ciò che è pubblicamente disponibile della scena dell'ospedale di SHINING sono le pagine della sceneggiatura, e le tre Polaroid della continuità che vedete qui.

Quindi cosa è successo? Perché Kubrick scelsce di cambiare il finale di SHINING’dopo che era stato mostrato, e cosa ne è stato della pellicola di questa scena?

Le dichiarazioni di Kubrick riguardanti il finale del film sono relativei al perché cambiò il finale rispetto al romanzo di Stephen King, ma non rispetto al finale del film originario. (“La fine del libro mi sembrava un po' trito e non molto interessante,” Kubrick disse a Michel Ciment. “Volevo un finale che il pubblico non potesse prevedere.”) Ma mentre non sembra che lui abbia mai discusso della scena dell'ospedale "in via ufficiale," Kubrick apparentemente ne parlò in privato.


Abbiamo rintracciato Jay Friedkin, il montatore che ha tagliato la scena dell'ospedare dalla pizze di SHINING per la East Coast. Friedkin si avventurava in una lunga carriera nel montaggio dei film, inclusa una nomination all'Oscar per BABE MAIALINO CORAGGIOSO del 1995, ma nel 1980, era un apprendista montatore ventitreenne che stava facendo la gavetta nel mondo del montaggio. Quando Stanley Kubrick e Warner Bros avevano bisogno di un montatore per cambiare SHINING, il giovane Friedkin fu messo a viaggiare di cinema in cinema e tagliare la scena dell'ospedale.  Disse che parlò a Kubrick piuttosto diffusamente sul perché il leggendario riflessivo e ossessivo regista decise di alterare il suo film.

Secondo Friedkin, “Spiegò davvero meticolosamente esattamente quale frame tagliare e a quale frame rimontare. Per qualche ragione, decise di disturbarsi a spiegarmi anche perché stava togliendo questa scena. Parlammo per una mezz'ora o 45 minuti.”


La decisione di Kubrick, secondo il ricordo di Friedkin della conversazione, venne dalla reazione del pubblico, come opposta a qualche rarefatta intenzione artistica.

“Non era che odiasse la scena o qualcosa del genere... Era un regista che stava osservando la reazione che il film stava suscitando sulle persone,” ha spiegato Friedkin.

“Il modo in cui lo descrisse fu, che aveva assistito alle proiezione con e senza questa scena. Ha detto che quando la scena dell'ospedale era stata tagliata, c'era un mormorio nella stanza. Le persone erano ravvivate Alcuni applaudirono e rimasero per tutti i titoli di coda. Quando c'era, il pubblico tipo lasciava silenziosamente la sala sui titoli di coda. Quindi semplicemente sentiva che faceva l'effetto sbagliato.”



Per quanto riguarda il destino del film stesso, Friedkin ha detto che non conservò nessuno dei finali del film contenenti una delle scene perdute più ricercate nella storia del cinema. Non avrebbe potuti, nemmeno se l'avesse voluto.

“Warner Bros diligentemente raccolse tutti i pezzi di film che avevo,” disse Friedkin. “Sapevano in quanti cinema stavo andando e quante copie c'erano.”

Dove i pezzi di pellicola andarono a finire da lì è misterioso quanto gli eventi dell' Overlook Hotel. Abbiamo chiamato l'archivista della Warner Bros, ma non abbiamo avuto risposta.

La storia del posto di Friedkin nella Storia Kubrickiana è una storia affascinante di per se; dopo la chiamata da Kubrick, la Warner Bros mandò una limousine a casa di Friedkin per portarlo di cinema in cinema per tagliare la scena dal film.

“Era un'uscita limitata, quindi era in cartellone in cinque o sei cinema nell'area di New York... due cinema a Manhattan, e c'erano un paio di cinema a Long Island, e l'ultimo era in New Jersey,” ha detto Friedkin. “Nella mattina era tutto a posto, perché il film non era in programma. Ma più tardi nella giornata, il film era in programma, quindi dovevo giudicare se potessi fare tutto prima che le pizze arrivassero." disse Friedkin.

“L'ultimo cinema in che mi fu assegnato era da qualche parte in New Jersey. Dio solo sa perché fosse in programma lì. Era un grande multisala. Arrivo lì e c'erano persone in fila dappertutto, perché è sabato notte in New Jersey, ed esco dalla limousine e il manager mi corre incontro...Tutti pensano che sia un pezzo grosso, e sento le persone dire, ' Chi è quello? Chi è quello la?’e qualcuno dice, ‘Penso sia Peter Frampton!’ Io avevo capelli biondi lunghi, ed è per quello. Quanto spesso i montatori vengono presi per Peter Frampton? Voglio dire, quanto spesso i montatori ottengono una limousine? Per me, è stata quell'unica volta e quando sono andato agli Oscar!”

Dopo la sua giornata in cui era stato portato in limousine per i cinema della East Coast e preso per una rock star, Friedkin parlò a Kubrick riguardo SHINING ancora due volte. Kubrick chiamò una volta per assicurarsi che tutto era andato bene con il montaggio del finale di SHINING, e un'altra volta con una domanda riguardo gli incassi al botteghino.

“Kubrick mi chiamò due settimane dopo, perché era preoccupato che gli incassi in un cinema fossero significativamente in meno rispetto gli incassi di altri cinema,” Friedkin said. “Era convinto che ci fosse qualcosa di sbagliato con la stampa. Quindi mi chiese di andare in cinema diversi per vedere.”

La stampa era a posto, e Friedkin sospettò che le differenze al botteghino avessero una causa banale: “Uno dei cinema era a Midtown sulla 57 strada. Era più conosciuto per film d'essai. L'altro era Olympia su alla 100 e qualcosa strada,” ha detto Friedkin. “Il che vuol dire che era in cartellone per persone a cui non fregava nulla di Stanley Kubrick, e stavano andando a vedere SHINING per via del trailer.”

Così come stanno le cose, il destino definitivo del finale perduto è indefinito come SHINING stesso. Friedkin non conservò una copia, e la Warner Bros. Non parla, ma c'è un'altra fonte che potrebbe avere una copia della scene: la controparte di Friedkin a Los Angeles.  Qualcuno ha tagliato la scene anche dalle proiezioni di Los Angeles... ma non abbiamo idea di chi fosse.

“Se per, strana, bizzarra fortuna dell'universo, scopriste chi sia stato il povero fessacchiotto che corse per i cinema di L.A. facendo questo, mi piacerebbe parlargli,” ha detto Friedkin.

TRADUZIONE a CURA di: DAVIDE SCHIANO DI COSCIA
ARTICOLO ORIGINALE:blumhouse.com/