sabato 26 marzo 2016

Perché l'universo cinematografico Marvel è così scialbo?

di Noah Berlatsky 

Captain America: Civil War è destinato a essere l'ultimo di una lunga serie di film di supereri che sono stati dei grandi successi commerciali ma delle delusioni creative.
 
Captain America: Civil War: ‘e le sue impetuose esplosioni ammontano a un non tanto potente pfft’
 
Mentre la campagna pubblicitaria per Captain America: Civil War si aggrava verso un assordante crescendo, due cose sono chiare. Primo, il film farà un'assurda quantità di soldi. E, secondo, come film action, sarà mediocre.

I fan si irrigidiranno all'insinuazione che l'ultimo gigantesco evento da multisala Marvel non possa essere nient'altro che fantastico in ogni modo. Ma ci sono tantissimi indizi che Civil War sarà deludente. Ci sono stati 12 film nella dinastia a continuità incrociata dell'Universo Cinematografico Marvel (MCU), tutti si attestavano fra l'OK e peggio che OK. Ci sono delle interpretazioni godibili qui e lì – Robert Downey Jr, Chris Hemsworth e Scarlett Johansson sono tutti attori piacevoli che passano facilmente dall'umorismo al dramma a seconda di quanto richiesto dal film. Ma in generale i film sono, collettivamente, una scialba, affossata, multimilionaria vergogna nella cultura pop.

Questo non è snobismo da cinema d'essai. Certo, è divertente mettere a confronto i  movimenti di macchina di capacità inferiore di Joss Whedon a quelli di Kurosawa, ma persino per gli standard dei film d'azione americani ad alto budget, i muscoli flessi del MCU sono puerili, e le sue impetuose esplosioni ammontano a un non tanto potente pfft.

 

Consideriamo l'aspetto visivo. Nessuno dei film del MCU ha uno stile visivo unico, o persino attraente. La galassia ne i Guardiani della Galassia è eccezionalmente insipida: la capitale su Xandar potrebbe essere semplicemente Houston. Non c'è niente che regga il confronto con i robot lerci e i pianeti deserti dell'originale Star Wars, per non dir nulla delle caotiche/vuote future megalopoli di Blade Runner.

[Thor]The Dark World sembra provare, e fallire, a modellarsi sulla trilogia de Il Signore degli Anelli, ma al posto di reami, linguaggi e culture pienamente immaginati, si ottiene qualche fugace colpo d'occhio di paesaggi tirati via in CGI che dovrebbero rappresentare altre dimensioni. Paragonate l'impatto e il design di Ultron con il carnoso incubo robotico, con la pelle che si stacca dal metallo di Terminator, o il sinuoso killer di metallo liquido di T2. Mettete a confronto l'invasione aliena di Avengers con le orrende sbavanti creature gloriosamente concrete di Alien, o persino con gli imponenti mostri di Pacific Rim . Gli artisti Jack Kirby e Steve Ditko crearono immagini di fantasia distinte, dinamiche e stilizzate nei loro fumetti Marvel originali. Il MCU, in confronto, sembrano fondi di magazzino.

Gli stunt e le scene di combattimento seguono la stessa routine. La Vedova Nera che si sbarazza di un mucchio di cattivi mentre è legata a una sedia in Avengers è quasi all'altezza di Jackie Chan, ma è una rara eccezione. Per la maggior parte, le battaglie nel MCU coinvolgono persone che si sparano a vicenda più e più volte, gli effetti CGI in sostituzione di immaginazione, coreografia, o personalità. C'è più inventiva in The Transporter di Jason Statham, con i suoi combattimenti sulle chiazze di petrolio e dentro autobus, che in quasi tutti il MCU - e questo senza nemmeno fare cenno a scene in film come Kill Bill o Il Buono, il Brutto e il Cattivo. Matrix usa la computer grafica per creare arti marziali che sembrano squassare il mondo; Die Hard si concentra su caos improvvisato a piedi nudi. Il MCU cade nell'insapore spazio in mezzo, con scene di lotta che non sono ne trascendentali ne crude. Sono lì semplicemente perché qualcuno aveva bisogno di una scena di combattimento.


La superficie stupida viene rispecchiata da un'incoerenza strutturale e tematica. Le origini tragiche e l'eroico sacrificio proliferano, ma non possono nascondere che i film, individualmente e collettivamente, mancano sia di scopo che di anima. Robocop 2 beffardamente aderisce alla brutalità di uno stato di polizia quasi fascista. I primi film di Bond erano degli inni alla garbata brutalità dell'imperialismo.  Face/Off di John Woo spinge il dualismo eroe/cattivo a estremi maniacali e chiassosi; Fury Road è alimentato da una visione di patriarcato e resistenza. In confronto, i film del MCU sono vacillanti e deboli. Il loror impegno principale sembra essere la realizzazione di eroi sfrontati bianchi come Ant Man e Star-Lord e/o aggrottare vagamente le sopracciglia riguardo agli imbrogli del governo. Troppo potere portà corrompere, ma poi qualche eroe con un potere persino maggiore salverà nobilmente la situazione. Questa non è un etica troppo consistente secondo cui vivere, o attorno a cui costruire un film.

Facile fare un film mediocre. Ma quando ne fai 12 di fila, inizia a sollevare domande. Di sicuro a un certo punto sei destinato a realizzare un film superiore alla media semplicemente per coincidenza. Perché i film del MCU sono così uniformemente piatti e poco ispirati, comunque?

Forse è qualcosa che riguarda i film di supereroi in generale. Blade e i Superman di Christopher Reeves hanno le loro virtù, ma non è che ci sia una pletora di grandi film di supereroi non appartenenti al MCU là fuori. O forse la continuità narrativa del MCA potrebbe essere un problema; mettere in fila tutti gli eroi e i cattivi e la trama potrebbe lasciare poco tempo alle parti più immaginativa della realizzazione dei film. Anche se, questo non spiega perché la serie Netflix del MCU Jessica Jones aveva un punto di vista più forte rispetto ai film, mentre Daredevil (nonostante altri problemi) ha uno stile visivo molto più definito.

Alla fine, dubito che siano i supereroi o la continuità narrativa da incolpare per la natura deludente del MCU. è più probabile che il MCU sia semplicemente noioso perché quelli dietro il MCU hanno deciso, come politica più o meno cosciente, di rendere i film noiosi. Allontanarsi da aspetto visivo, azione e trame mediocri rappresenterebbe un rischio - e perché prendersi un rischio quando i film rastrellano così tanti soldi? Il MCU è il fast food dei film action ad alto budget: prevedibile, conveniente, insipido, ma buono abbastanza se ti piacciono quel tipo di cose. Civil War sarà più o meno la stessa cosa. Per quelli che volessero qualcosa di meglio dai loro film action, avrete bisogno di controllare un cinema in qualche altro universo.

TRADUZIONE a CURA di: DAVIDE SCHIANO DI COSCIA
ARTICOLO ORIGINALE:theguardian.com