mercoledì 17 febbraio 2016

La moglie di Stephen King ripescò Carrie dalla spazzatura e costrinse suo marito a finire il romanzo?


Ecco l'ultima di in una serie di articoli che esaminano le leggende metropolitane riguardo romanzi e romanzieri e se tali leggende siano vere o false... (Qui e Qui altre leggende svelate)

NOVEL URBAN LEGEND: la moglie Stephen King ripescò dalla spazzatura il suo lavoro sul romanzo Carrie e lo costrinse a finirlo.

Un esempio importante di una questione di fortuna che ha un effetto importante su come si sia sviluppata la via di una persona è il caso del primo romanzo pubblicato di Stephen King, Carrie.
Carrie è meglio conosciuto per l'adattamento filmico che vide come interprete Sissy Spacek…


ma è stato anche il primo romanzo pubblicato di Stephen King…


Di certo è stato il suo primo romanzo pubblicato, ma non è stato il primo romanzo che ha terminato, e di fatto, per poco non è stato mai finito del tutto!!!

All'epoca in cui iniziò a lavorare su Carrie, King era già un prolifico scrittore di racconti, ma non aveva avuto fortuna con i suoi primi tre romanzi finiti. Come uomo in cerca di QUALCHE sorta di appiglio o ispirazione, decise di scrivere un racconto su di una teenager dopo che una donna lo aveva rimproverato di scrivere solo protagonisti maschili. Decise di scrivere di questa travagliata adolescente telecinetica per mostrare che POTEVA scrivere una protagonista femminile.
Comunque, dopo aver finito poche pagine, King inacidì sulla storia e la gettò nella spazzatura.
Sua moglie, Tabitha (vista qui con King a un evento qualche anno fa….)


ripescò le pagine dalla spazzatura e disse a King che avrebbe dovuto fare un altro tentativo con quel lavoro.
Lui fu d'accordo e presto espanse il racconto in un romanzo e presto quel racconto sarebbe stata il primo dei suoi romanzi a essere venduto, ma certamente non l'ultimo!
La storia è stata gonfiata lungo gli anni per implicare versioni molto più esagerate della storia, tipo King che finisce il ROMANZO e lo butta nella spazzatura prima che sua moglie lo tiri fuori. Una versione della storia implica Tabitha che ripesca il romanzo finito dal bidone e lo manda senza l'approvazione di King o senza che lui lo sapesse.
La vera storia, come ho notato sopra, è moto meno provocatorio - semplicemente lei gli disse di fare un altro tentativo con il racconto (di cui lui aveva scritto solo poche pagine, praticamente una scena).
Ora non fraintendetemi, è stato davvero fico da parte sua, ed è notevole come tutto sia andato a finire, ma per quanto bella sia una storia, penso che non valga nulla che la storia "vera" è molto più smorzata di alcune delle versioni fantastiche della storia.
La leggenda è…

STATUS: sostanzialmente vera

TRADUZIONE a CURA di:DAVIDE SCHIANO DI COSCIA
ARTICOLO ORIGINALE:legendsrevealed.c