lunedì 22 febbraio 2016

"Dissezionando" Mia Wasikowska



"La cosa che mi piace del cinema è che esplora le imperfezioni. Questo era qualcosa che mi attraeva davvero."  MIA WASIKOWSKA

Mia Wasikowska è una dei miei giovani attori preferiti del momento. Diavolo, eliminiamo giovane, è una dei miei attori preferiti punto. Dalla prima volta che è stata avvistata questa ragazza nel film del coccodrillo assassino di Greg McLean ROGUE nel lontano 2007, poi in In Treatment su HBO, la seducente australiana ha avuto un impatto duraturo con quasi ogni dannato progetto di genere in cui si è cimentata. Seriamente, anche solo considerando la lista di registi con cui ha lavorato nella sua breve carriera: Burton, Fukunaga, Hillcoat, Zwick, Jarmusch, Park, Cronenberg, del Toro ... e questo è solo nel cinema di genere! Pellicole come ALICE IN WONDERLAND, JANE EYRE, LAWLESS, DEFIANCE - I GIORNI DEL CORAGGIO, STOKER, SOLO GLI AMANTI SOPRAVVIVONO, MAPS TO THE STARS ae CRIMSON PEAK  sono tutti estremamente diversi in termini di trama e tematiche, comunque sono unificati dalle audaci, risolute interpretazioni di Mia in essi Lei è un'attrice coraggiosa con un grande intuito nella scelta dei progetti, ed è per questo che saremmo sorpresi se Mia non si guadagnasse un Oscar nella prossima decade o giù di li. Lei è così fott*tamente brava!

Quindi, con CRIMSON PEAK nuovamente rilasciato su DVD, unitevi a noi nel dare all'adorabile miss Mia Wasikova la Dissezione AITH (ndt. Arrow In The Head, nome del sito) che merita!

                                                             MIGLIORI LAVORI


Forse siamo prigionieri del momento, o del più recente, ma diamine è dura non pensare a CRIMSON PEAK come al più impressionante film completamente horror. La malinconica, sontuosa produzione d'atmosfera del visionario di prim'ordine Guillermo del Toro certamente ha molto a che vedere con questo, ma per far si che il film risuonasse davvero, un nucleo emotivo dev'essere lì per ancorare i più sgargianti set e macabri cimeli . E il nucleo viene dato senza dubbio attraverso la performance di Mia come Edith Cushing, la romanziera gotico romantico dell'horror trasformata in una modesta eroina. é una svolta difficile per Mia, in quanto è incaricata non solo di interpretare il tipo di donna normale, un carattere reazionario a quelli più appariscenti, ma serve inoltre come principale veicolo per il pubblico. Noi facciamo esperienza  della pellicola, in particolare l'ampia rovinosa magione, attraverso gli occhi di Edith, e sta a Mia non calcare troppo la mano in un modo o nell'altro. Deve consentire al ritmo della storia di rimanere credibile, a dispetto di quanto fantastici e fantasmagorici gli elementi di genere irrompono nel terzo atto. Poi quando tutte le carte sono state scoperte e le fiches puntate, Mia deve diventare convincentemente una dura scalcia culi che non si fa prendere in giro la cui facciata raffinata rapidamente si indurisca in una fortezza fisica. Un compito non facile in nessun modo, tuttavia con l'abilità di Mia, questo è esattamente com'è che sembra. Senza sforzo. Naturalmente. Elegantemente.


Ma se CRIMSON PEAK è il suo miglior ruolo interpretato nel genere, diremmo che il miglior ruolo di Mia come non protagonista c'è in SOLO GLI AMANTI SOPRAVVIVONO di Jim Jarmush. Che personaggio vibrante, sexy, e incredibilmente fico in questo film in opposizione al suo collega di CRIMSON PEAK Tom Hiddleston, anche con Tilda Swinton e Anton Yelchin. Essendo una sensuale, seduttiva vampira rock star, Mia può mettere in mostra un lato di se apertamente sensuale e totalmente estroverso che raramente possiamo vedere nei film Normalmente lei interpreta il tipo timido e riservato con ansie profonde e male intenzionato. Non qui Jarmusch saggiamente le affida un ruolo contrario al suo solito tipo che davvero mette in mostra pienamente lo spettro di abilità che possiede. Come risultato, è una delle più deliziosamente memorabile interpretazione che Mia abbia mai fatto: selvaggia, incontrollabile, sexy, divertente, brutale . Andate a vedere questo film se non l'avete ancora visto!

                                                             PEGGIOR LAVORO


Meno viene detto riguardo all' incredibilmente confuso ALICE IN WONDERLAND meglio è. Completamente senza nessuna colpa, Mia in effetti appare piuttosto radiosa nel ruolo titolare, ma che sia dannato quella moda del momento del 2010 conosciuta come conversione 3D. Wow. Nonostante l'abbattimento di un esagerata quantità di denaro, ALICE IN WONDERLAND (se visto in 3D) era un casino di film che dava mal di testa. Certamente, il film funziona un po' meglio nel formato standard 2D, ma non di molto. Il cartone computerizzato di film, un anodino affare Disney per famiglie, non si allontana mai dalla sicurezza della sua carineria colorata per rivolgersi ai più sinistri sotto testi del celebrato tomo di Lewis Carroll. In altre parole, a parte l'orribile rendering 3D, non c'è molto per Mia per dimostrare davvero cosa può fare come attrice. Voglio dire, sfuggire alle grinfie di un gatto dal ghigno maniacale e a un paio di cherubini gonfi difficilmente costituisce istrionismo. Forse THROUGH THE LOOKING GLASS le darà qualcosa in più su cui riflettere!

                                                                 MARCHI DI FABBRICA 


Parlando fuori dai denti, Onestamente non riesco a individuare nessun marchio ovvio per la Wasikowska. La pelle di porcellana, certo, e il taglio di capelli da folletto, si, ma in termini di scelte attoriali, la nostra ragazza si colloca un po' dappertutto. Nella sua breve carriera, Mia ha provato in pratica ogni genere esistente, film con ogni tipo di budget, e ancora non ha ripetuto una performance in nessuno dei film che ha fatto. Suppongo che adesso che ALICE THROUGH THE LOOKING GLASS è in uscita tra tre mesi, lei corra il rischio di essere sempre associata con un simile imponente personaggio letterario, ma metteremmo in discussione la sua vera forza, la sua vera base è la sua camaleontica natura di fronte alle telecamere. Dramma, commedia, film romantici, thriller, horror...il marchio di fabbrica di un grande attore è di essere in grado e di non essere spaventato di provare e avere successo in tutti i tipi di film All'età di  26 anni, Mia è ben oltre metà della strada qui!

                                                            GEMME NASCOSTE


Le due inestimabili perle nella fila di film di genere di Mia potrebbero essere due dei miei favoriti di sempre,  a dispetto di CRIMSON PEAK . Seriamente, che cosa riguardo al lavorare con Chan-wook Park in STOKER e David Cronenberg in MAPS TO THE STARS non attrae?!

Potrei essere davvero uno dei pochi qui, ma ho amato STOKER. O, più esattamente, ho amato Mia Wasikowska in STOKER. Che cosa c'è da non amare in una tipa sexy sui vent'anni dalla pelle chiara che si masturba nella doccia pensando a distruzione omicida? Abbiamo del materiale da matrimonio qui. Seriamente, volevo dichiararmi a Mia in quel momento. Nel film, interpreta una bizzarra, alienata teenager il cui supposto zio (Matthew Goode) si presenta misteriosamente a casa il giorno dopo della morte di suo padre. Sotto il controllo instabile della sua travagliata madre (Nicole Kidman), il comportamento di India Stoker diventa sempre più incostante e violento mentre lei diventa sempre più infatuata del nuovo membro della sua famiglia. Non voglio spoilerare i particolari, ma diamine Mia davvero mostra quanto coraggiosa sia come attrice. Commette cose innominabili e abiette in questo film, ed è completamente disponibile e capace di renderle con la massima credibilità. E la cosa che amo al riguardo è che, quando le venne chiesto se pensava che accettare questo ruolo fosse una scelta coraggiosa, lei rispose assolutamente no...che era una cosa semplicissima basata sulla parte nella sceneggiatura. Che sarebbe stato coraggioso dire di no! Ecco una ragazza saggia qui!


L'altro thriller inatteso a cui Mia prese parte era MAPS TO THE STARS di Cronenberg, in cui interpreta una aspirante attrice disillusa disposta a fare qualsiasi cosa ci voglia per raggiungere il successo é un altro strano, personaggio bizzarro in modo disturbante che Mia fa apprezzare nella recitazione, lavorando in opposizione alla grande Julianne Moore  e facendo di più che che trattenersi come fece contro la Kidman. Che infido, sleale mostro il suo personaggio Agatha si rivela essere, una piromane recentemente rilasciata da un manicomio Va a convivere con un altro aspirante attore e autista di limousine di nome Jerome (R.Patz), e tra i due è forgiato un legame malevolo che finirà per portare a un rabbioso attacco di violenza che cambierà per sempre le loro vite. Non so cosa sia, ma per quanto deplorevole lei sia in questo film e in STOKER, non posso fare a meno di essere attratto da lei come una falena a una f*ttuta luce sfarfallante. Questa è una buona performance in un aspra critica sociale sul declino del decadente stile di vita Hollywoodiano. Guardatelo se non l'avete visto!

                                                            PROSSIMI PROGETTI


Come il suo talento richiede, Mia non è probabile che finisca di lavorare per lungo, lungo tempo. Nell'immediato comunque, ha un film sulla Seconda Guerra Mondiale pieno di star chiamato HHhH in uscita quest'anno, come anche il seguito dell'infelicemente convertito in 3D ALICE IN WONDERLAND, il quale è intitolato ALICE THROUGH THE LOOKING GLASS. Burton cede le redini al regista dei MUPPET' James Bobin per il seguito, il che, se userà l'umorismo imperturbabile della sua serie TV Flight of the Conchords, potrebbe essere davvero divertente. Ancora una volta, qualsiasi cosa è un miglioramento rispetto alla sagra della schifezza su cui Burton ha guadagnato. Ecco la sinossi per il nuovo capitolo:

"Quando Alice si sveglia nel Paese delle Meraviglie deve aver viaggiato attraverso un misterioso nuovo mondo per recuperare uno scettro magico che può fermare il malvagio Lord of Time prima che metta avanti le lancette dell'orologio e trasformi Il Paese delle Meraviglie in un sterile, vecchio mondo senza vita. Con l'aiuto di alcuni nuovi amici, Alice dovrà inoltre scoprire un piano malvagio per rimettere la Regina di Cuori sul trono."

ALICE THROUGH THE LOOKING GLASS uscirà il 27 maggio, 2016. Mia si unisce a un cast interamente composto di star Inglesi,  incluso il caro estinto sir Alan Rickman. Un ultimo RIP!

                                                                    IN GENERALE


Durante l'ultimo decennio, non possiamo fare a meno di prestare assoluta attenzione a ciò che Mia Wasikowska ha portato nel regno del cinema di Genere . Questa ragazza è f*ttutamente grandiosa! Che sia in spettacoli di prim'ordine come ALICE IN WONDERLAND e CRIMSON PEAK, inquietanti pellicole in costume come JANE EYRE, film indipendenti coraggiosamente corrosivi come STOKER, MAPS TO THE STARS e SOLO GLI AMANTI SOPRAVVIVONO, ecc...questa tipa Wasikoska ha un dannato raggio d'azione più ampio della NSA. Le sue differenti abilità di recitazione sono forse eguagliate solo dalla sua accorta scelta delle sceneggiature, va dall'intellettuale al grossolano, dai grandi budget a quelli piccoli, dal mainstream all'autoriale... e consegnando un credibile performance dopo l'altra in ognuno Non sono sicuro per quanto riguarda voi, ma non vediamo l'ira di vedere che tipo di carriera si costruirà Mia per se stessa andando avanti. Amo questa tipa!



TRADUZIONE a CURA di: DAVIDE SCHIANO DI COSCIA
ARTICOLO ORIGINALE:joblo.com/horror-movies/