giovedì 2 aprile 2015

La lettera d'amore di Nathan Fillion per Walking Dead

Di Nathan Fillion @NATHANFILLION



The Walking Dead
Postato il 31 marzo  2015

Con The Walking Dead che sta dividendo in due il pubblico, Non dovrebbe sorprendere che l'idolo dei nerd Nathan Fillion si considera tra i fan della serie di successo dell' AMC sugli Zombie Per questo il veterano di Firefly e Dr. Horrible sing along blog ha scritto una lettera d'amore per EW:

Se siete qui per  il riassunto dell'ultimo episodio , sarete delusi. Non ci sono gossip o intuizioni su "Cosa pensi che farà questo personaggio?" qui. Questa è una lettera d'amore.

Parliamo d'intrattenimento. Alcuni dei programmi li guardo per l'evasione dalla realtà, e altri, per il viaggio. La differenza è se questo show mi sta distraendo, o se questo lavoro può farmi sospendere l'incredulità e trasportarmi nel reame del "...e se?". Di sicuro non mi sintonizzerò la prossima settimana se non m'importa di ciò che accadrà in seguito Datemi una storia che mi faccia chiedere cosa farei io nella stessa situazione. lasciatemi preoccupare per personaggi che ho imparato a conoscere, guardandoli crescere e imparare, o ristagnare e fallire  . Lasciatemeli odiare, lasciate che mi deludano. Lasciatemeli vedere fare scelte dettate dalle loro esperienze. 

Quando mi immergo davvero in un programma, trascende la tipica esperienza di guardarlo a casa da solo . Voglio condividerlo, radunare i miei amici. Ho bibite e cibo, talvolta in tema con il programma. Diventa un evento. Ci crogioliamo nell'eccitazione di aver aspettato tutta la settimana, parliamo delle parti che ci hanno emozionato, pronosticando cosa avverrà in seguito e perché pensiamo succederà. Porto nuove persone che non hanno mai visto lo show per farne degli appassionati , e vedo l'eccitazione crescere in loro solo per essere attorniati da altri che sono già stati conquistati Ci raduniamo di fronte alla televisione e abbassiamo le luci. Tutti trovano una posizione confortevole, facciamo battute e commenti dell'ultimo minuto, e poi --- silenzio. Lo show inizia. L'attesa è terminata. la settimana passata parlando dell'ultimo episodio è terminata. L'anticipazione è saziata. Il viaggio continua.

Trascorriamo la pubblicità urlando, ansimando, e commentando, positivamente o negativamente, non importa. Quello che importa è che ci faccia provare qualcosa. Emozioni nascono dal niente—nient'altro che una storia ben scritta e raccontata.

Grazie, Walking Dead. Grazie per sopportare il caldo ad Atlanta. Grazie per il sacrificio di lasciare le vostre case Grazie, cast e troupe, scrittori e produttori, casting e reparto costumi. Grazie, trucco e parrucco, comparse e tutti gli artisti che interpretano i walkers. a tutti voi, grazie.

Per quelli di voi che non hanno ancora visto The Walking Dead, non dovete essere per forza interessati nell'apocalisse. Non avete bisogno di essere curiosi d'immaginare come sopravvivereste se la società, le attività commerciali, le infrastrutture e la civilizazzione si fermassero. Non deve nemmeno piacervi di pensare alle difese contro gli zombi per godere di un buon racconto... 

ma aiuta.

TRADOTTO da DAVIDE SCHIANO DI COSCIA
Articolo originale: EW.COM