giovedì 7 novembre 2013

Citizen Toxie - The toxic avenger 4 di Lloyd Kaufman



La Trama
Melvin Junko era un adolescente sfigato come tanti ma uno scherzo particolarmente crudele e un camion di rifiuti tossici che passava per caso lo trasformarono in un mostro verde. Il giovane Junko cessò di esistere e al suo posto nacque Toxic Avenger, il vendicatore tossico, il primo super eroe di Tromaville.
Durante la giornata dell'orgoglio messicano, nella scuola per ragazzi "speciali" di Tromaville fa irruzione la Mafia del Pannolino, un branco di idioti armati fino ai denti e vestiti da bebé.
La situazione è tanto critica da richiedere l'intervento di Toxie e del suo sidekick obeso, Lardass.
Sgominata in modo sanguinoso la banda di dementi, Lardass si sacrifica per impedire che una bomba esploda. Il tentativo non riesce e l'esplosione spedisce Toxie nella realtà parallela di Amortville e il suo doppio malvagio Noxie nella sua realtà. Il vendicatore tossico, in compagnia di due ragazzi "speciali" e di un ragazzo cui è rimasta solo la testa, se la dovrà vedere con la sua controparte malvagia che ha stretto un alleanza con il capo della polizia di Tromaville, uomo dalle spiccate sampatie naziste. Nel frattempo nell'utero della moglie cieca di Toxie si sta svolgendo una lotta tra il bene e il male, tra il feto di Toxie e quello di Noxie.

Toxie e il suo doppio malvagio Noxie
Il Regista
Abbiamo già parlato dell'irriverente Lloyd Kaufman in occasione della recensione del folle Poultrygeist.


Il Cast
Quando si parla di un film della Troma più che parlare dei protagonisti è più interessante dedicarsi ai numerosi personaggi che fanno dei camei.
Si va da Lemmy Kilmisteir dei Motorhead, presenza costante nelle produzioni della Troma (basti ricordarlo come narratore in Tromeo e Juliet), al famoso attore porno Ron Jeremy (qui nelle vesti del religiosissimo sindaco di Tromaville),arrivando a Stan Lee, voce narrante del film. Altre comparse di un certo rilievo sono Hugh Hefner, il regista di Hostel Eli Roth, l'ex-Goonie Corey Feldman e non si può non citare lo stesso regista Lloyd Kaufman in un cammeo davvero fuori di testa.


Ron Jeremy e Lloyd Kaufman
Scene Cult
L'intero film.


Personaggi Cult
La squadra di supereroi messa insieme dal sindaco di Tromaville per combattere Noxie composta da: Vibrator, supereroina il cui potere è dato da un enorme vibratore, Mad Cowboy, una mucca antropomorfa vestita da cowboy, Masturbator, il cui nome non necessita di spiegazioni, l'Uomo delfino, per l'appunto un uomo delfino e il Sergente Kabukiman, supereroe avente i poteri del teatro kabuki.


Il sergente Kabukiman "rassicura" la popolazione di Tromaville
...e Quindi?
Citizen Toxie è la summa e l'apice dello stile Troma.
Irriverente fino all'eccesso e oltre, carico di un umorismo certamente non molto sottile, popolato da personaggi inverosimili e caricaturali. Qualsiasi fascia sociale, gruppo etnico e orientamento religioso risulta sbeffeggiato nei film della Troma. Non si salva nessuno. Ci troviamo davanti all'anti Politically Correct. Questo, unito alle efferatezze e alle volgarità cartoonesche sovrabbondanti, ne fa un cinema per spettatori con il pelo sullo stomaco e dal forte senso dell'umorismo. Guai a prendere sul serio quello che sta passando sullo schermo, si rischierebbe di far la figura dei cretini e lasciarsi sfuggire un abbuffata di risate. Un altra caratteristica propria del cinema della Troma e di Kaufman è l'onestà intellettuale: i film sono visti per quello che sono, goliardate eccessive e divertentissime, e non c'è alcuna velleità di autorialità o elitarismo. (Per capire quanto la Troma sia cosciente di se stessa basta vedere il monologo "epico" pronunciato dallo stesso Kaufman in Terror Firmer per incitare la sua troupe)
Citizen Toxie è un antidoto a tanto cinema americano, formalmente perfetto ma in fondo imbrigliato e privato di quella voglia di divertire e divertirsi.
Caratteristiche queste ultime che trovano proprio nella Troma e nei suoi film il loro naturale habitat.


Frase Cult

"Quindici anni fa a Tromaville, nel New Jersey, capitale mondiale dell'inquinamento tossico, Melvin Ferd, un ragazzino qualunque, magro, imbranato e dai capelli incolti veniva costantemente oltraggiato e deriso da tutti. Fino al giorno in cui finì in un bidone di rifiuti altamente contaminati che lo tramutarono in una orrenda creatura deforme dalle dimensioni e dalla forza sovrumana: Toxic Avenger, il primo supereroe del New Jersey. Da questo soggetto sono stati realizzati due sequel che facevano veramente schifo, scusateci. QUESTO è il sequel vero"