domenica 3 marzo 2013

Il Fantasma del Palcoscenico di Brian de Palma


               Il fantasma dell'Opera in una personalissima rivisitazione firmata Brian de Palma



La Trama
Winsolw Leach (William Finley), talentuoso ma ingenuo compositore ha un solo sogno: suonare la sua musica nel "Paradiso", il tempio della musica Rock del super produttore Swan (Paul Williams). Winslow ottiene di far ascoltare le sue canzoni a Swan che rimane colpito dalla sua musica ma non da lui e con un inganno gli strappa un contratto di rinuncia a qualsiasi diritto. Durante un tentativo d'incontrare Swan, Winslow conosce Phoenix (Jessica Harper) un aspirante cantante di cui s'innamora subito. Il produttore, infastidito dall'invadenza di Leach, fa in modo che il compositore venga arrestato e incarcerato. Winslow però riesce a evadere, a prezzo però di rimanere orrendamente sfigurato durante la fuga. Leach si rifugia nel "Paradiso" e rubato un costume di scena e una maschera che ne cela le fattezze si trasforma nel Fantasma, deciso a proteggere Phoenix e la sua musica. Swan, accortosi della presenza che infesta il suo "tempio del rock", gli propone un accordo: Leach smetterà di terrorizzare il "Paradiso" e in cambio potrà scrivere il suo capolavoro per Phoenix. Sembrerebbe il finale perfetto per Leach ma il mefistofelico produttore si rivelerà essere molto diverso da come appare a prima vista...

il Fantasma suona nel suo nascondiglio


Il Regista
Brian de Palma, regista famoso per pellicole come Mission Impossible, Carrie, lo sguardo di Satana, Scarface e Carlito's way, ha come suoi generi prediletti il thriller, l'horror e il film di Gangster ma non ha avuto mai il timore di spaziare tra gli altri generi: la commedia con Ciao America e Hi Mom!, due film che gettano uno sguardo dissacrante sugli Stati Uniti alle prese con il Vietnam e le sue conseguenze, la fantascienza con il fiacco Mission to Mars e il Fantasma del palcoscenico che rappresenta l'unica bizzarra incursione del regista nel musical.
Una delle caratteristiche peculiari dello stile di de Palma è la sua ammirazione per Hitchock da cui ha mutuato stilemi e tematiche.

Il Cast
Dietro la maschera del Fantasma del Paradiso troviamo William Finley, attore non molto prolifico, le cui apparizioni sono avvenute principalmente nei film di de Palma, da Murder à la mod fino ad arrivare al recente Black Dahlia. Altri ruoli di un qualche rilievo possono essere visti ne Quel motel vicino alla palude e ne il Tunnel dell'orrore entrambi di Tobe "Non aprite quella porta" Hooper. Finley riesce a caratterizzare in maniera convincente il timido Winslow Leach e conferisce una tenera e irrefrenabile ferocia al suo alter ego, il Fantasma.
A rubare la scena alla spettrale creatura che da il titolo alla pellicola ci pensa lo Swan del compositore Paul Williams, novello Faust dal grande carisma. Paul Williams, più che per le sue performance attoriali, è famoso per la sua intensa attività nel campo della musica e delle colonne sonore, difatti è stato vincitore del premio oscar per la miglior canzone nel 1976 con Evergreen con Barbra Straisand contenuta nel film É nata una stella.
Nel ruolo della bella contesa dal diabolico Swan e dall'implacabile Fantasma troviamo Jessica Harper, conosciuta per film come Suspiria, Amore e Guerra, Stardust Memories e per il seguito di Rocky Horror Picture Show, Shock Treatment.

Scene Cult
Il film è dall'inizio alla fine un insieme di scene Cult, coloratissime, pop e piene di personaggi bizzarri e di numeri musicali indimenticabili.

Personaggi Cult
Il fantasma del Paradiso, entrato nella galleria dei personaggi dell'orrore più iconici.
Il mefistofelico produttore Swan, con i suoi occhialoni anni 70 e il suo tremendo caschetto.



...e Quind?
de Palma con il Fantasma del palcoscenico realizza un piccolo cult, un film che all'epoca dell'uscita non riscosse il successo meritato ma con il tempo è riuscito a conquistarsi un largo seguito, fino a vedersi dedicato un festival, il phantompalooza.
Un musical sui generis ispirato alle atmosfere del Rocky horror show che a sua volta ha ispirato la sua trasposizione cinematografica, il Rocky horror picture show.
Il regista crea un riuscitissimo miscuglio de il Fantasma dell'opera, Faust e il Ritratto di Dorian Gray il tutto in un atmosfera assolutamente unica.
Un film coloratissimo (ma a tratti cupo) che riesce a divertire ed emozionare.

Le Ultime parole famose
"Non cantare più la mia musica, né qui né in nessun altro posto, hai capito?! La mia musica è solo per Phoenix, solo lei può cantarla, chiunque altro la canti, muore!"
Il Fantasma minaccia un cantante che aveva osato profanare la sua musica